Tu sei la goccia della differenza .
Io ho iniziato 11 anni fà ,tu potresti adesso non è mai tardi.
Tutti ma sopratutto “tu” devi inziare ad aiutare la natura che ti circonda.
Quello che farai ti ritorna moltiplicato in salute.
Sei tu che muovi il mondo non chi ti sovrasta.
Non voglio elencare nessun tipo di azione che tu debba fare anche perchè di esempi abbonda il web e la vita quotidiana.
Facendo questa speciale scelta imparerai ad osservare tutto un micro e macro cosmo dimenticato da tutte le amenità moderne,riuscirai a ritagliarti un posto vero in questo mondo,diventerai attivo e propositivo,non sarai più stanco ma attivo.
La tua fantasia comincia a ringiovanire la mente,riapprezzerai il passato migliorandolo.
Buona rinascita.
ps.passarola

sito consigliato—www.disinformazione.it

immagina-

Di percorrere una strada o un viale,ti trovi immerso in un mondo che ti osserva,ti sente…non sei solo.
Come una sciarpa ti avvolge,ti riscalda e non ti lascia.
Dona la bellezza che hai dentro, non giudicare se non conosci,non sminuire quello che per te è brutto perchè è grazie a quello che ti senti più bello.
Regala le tue esperienze buone,forse aiuteranno qualcuno forse ti torneranno utili per nuovi contatti.
Non pensare di essere il migliore vivresti male,sii umile troverai l’essenza in ogni cosa.
Se hai un progetto realizzalo,in futuro potresti rimpiangere non averlo attuato,al di la del risultato.
Usa internet per acculturarti non per cazzeggiare,non perderti in frivolezze un domani non ti salveranno da stati d’ansia.
Sii sempre te stesso,per quanto buffo tu sia non guardare al meglio ma al peggio di tutte le cose e sarai sempre felice.
Alla prossima.

-libro consigliato-
bruce h. lipton
“la biologia delle credenze”

Dopo anni di casualità e karma,letture e osservazioni sono arrivato al capolinea.
Perchè siamo qui?
Cosa c’è oltre la nostra comprensione?
Divino?
La vita,la morte perfette assieme inutili sole,una ha bisogno dell’altra per coesistere.
Non esiste statico o dinamico,ma bensì solo dinamico,tutto si muove.
La morte non è la fine ma perenne rigenerazione e miglioramento.
Siamo un universo di cellule perfettamente organizzate(come un alveare),la natura ha provveduto in milioni d’anni alla costituzione dell’essere umano odierno che continua a mutare ancora e per sempre.
La bellezza e diversità ci rende “tutti”speciali,diversamente l’omogeneità ci distruggerebbe in pochi mesi.
Questo grande viaggio che intraprendiamo dal feto è il segno della nostra grandezza e divinità innata in noi.
I sogni sono la nostra immensa linfa che ci sostiene e ci trasporta tra spazio e tempo per l’infinito.
Siamo in trasformazione in ogni età in armonia con la natura,che non è quella che abbiamo creato noi(sia ben chiaro).
Scrivo questa perchè tu che stai leggendo ti serva per aumentare sempre di più la tua energia positiva o negativa che sia,conscio di un continuo miglioramento.
Migliorerai sempre di più,ti adatterai all’ambiente oppure ti trasformerai.
Buon viaggio.

postilla:
“NON AVERE SOGNI È COME UN PIANETA SENZA UN SOLE”

libro consigliato-alcalinizzatevi e ionizzatevi-di rocco palmisano

Disgressioni di un bambuseto

Da piccolo quando fui piantato avevo tre-quattro culmi,ora dopo dieci anni sono molto più sicuro.
Ho invaso molti metri quadri di terreno ,ho rubato spazio anche ad altre piante,un pò me ne pento ma è la mia natura,in compenso ho regalato un ricovero a molti animali piante più piccole e una miriade di microrganismi.
Sempre per mia natura aiuto ossigenando l’uomo l’animale più ingrato della terra.
Mi lascio andare,ondulando al vento osservo il mondo che cambia attorno con ritmo frenetico.
Certo ,non comprendo il motivo,in natura tutto ha una funzione non si fà nulla per nulla.
L’alternanza è sempre rilassante,non implica grandi sconvolgimenti ,la nostra presenza(la staticità di un vegetale)è una forma di carattere un punto di riferimento,quasi una casa.
Se ci guardi attentamente capisci storie ed eventi passati,come il volto di un uomo con le sue rughe.
Le stagioni sono vissute sempre attivamente erigendomi sempre più in alto per cercare più forti stimoli.
Come tutti i vegetali sono autosufficente, non disturbo anzi allieto,le forme che creo in perpetua mutazione evitano la monotonia a tutti uomo compreso.

libro consigliato “grazie dottor hamer” di claudio trupiano

Questo argomento piace a tutti ed è fonte di vere tragedie.
Per noi occidentali è la base della concorrenza,lotta,inganno,menzogna,truffa e quantaltro.
Quando riusciamo questo potere ci snatura,ci rende deboli,inutili,aridi e invidiosi.
La tanta o poca creatività svanisce,i sogni mancano,andiamo dal psicologo per ritrovarci ma…inutilmente.
I danni fisici si pensano di colmare con medicine o medici famosi,ma inutilmente…,il degrado continua,attorniarsi di vestiti,oggetti di qualsiasi tipo impoverisce e basta.
Amici,beh quelli sono un miraggio,troviamo gente più vuota di noi che cerca di ingannare il tempo e questo passa inesorabile.
Una parola sincera non si ha più da nessuno,solo cortigiani ci attorniano o tanti squali.
Il mistero,l’energia della sopravvivenza,il domani sconosciuto non ci sarà più,le grandi domande scomparse,

libro:”la matrix divina” di gregg braden ed.macro edizioni

Come il bambù costruisce la sua trama rizomatosa in un ordine naturale prestabilito,anche gli esseri umani sono immersi in questa trama invisibile ma indissolubile,ignari tantissimi di questo legame.
Questo breve trafiletto vuol essere una introduzione ad una lettura proficua che da ora inizierò ad elencare ad ogni mio articolo.
-postilla:-ognuno nella vita cerca qualcosa o vuol chiudere un cerchio,spero con questi libri di potervi aiutare.

1-La vita segreta delle piante- di peter tompkins e christopher bird ed. net

A bassano del grappa si svolge dal 21 aprile al 20 maggio una mostra di giardini dislocati in varie parti del centro storico,i partecipanti sono 22,il tema è “il colore nei giardini del mondo”,sarà a disposizione in loco mappe con riportati tutti i dati,troverete anche il mio giardino con il titolo “il segreto dell’equilibrio”.

I vasi

< Oggi vedremo come pianificare un buon invaso e re-invaso (importantissimo). In commercio troviamo forme e materiali di contenitori molto diversi,quindi al di là della nostra scelta dobbiamo evitare i vasi e le fioriere con bordi in rilievo verso l'interno e con parti convesse verso l'esterno. Il motivo è per il re-invaso che diventerebbe problematico se non difficile per l'impossibilità di sfilare il pane di terra con le radici dai contenitori standard. Non avendo ottemperato a questa piccola osservazione dovremmo o rompere il vaso o tagliare in modo selvaggio l'apparato radicale. Il terreno da usare per invasare è la torba di sfagno,leggera,tiene il giusto grado di umidità,ha una buona areazione,ha un ph acido e si corregge con il tempo con l'acqua calcarea,etc,.. La concimazione ideale è usare materiale organico,se possibile evitare concimi chimici che apportano solo squilibri per il vegetale in questione. Un reinvaso costante(giusto ogni due anni), apporterà un beneficio continuo e manterrà le piante verdi e sane in continua crescita. È mia opinione che una concimazione chimica(minerale),non apporti mai un beneficio alla pianta,squilibri di qualsiasi tipo avverranno in seguito a questa prassi diffusa. Si tratta di un ciclo vizioso che una realtà distorta continua a perseguitarci per un mero fattore economico, persone sensibili al loro connubio verde a volte si arrendono all'evidenza dei risultati non raggiunti. Consiglio è.... perseverare senza usare prodotti chimici,tempo un anno un anno e mezzo e usando prodotti naturali tutto si riequilibra e non si avranno più ansie da aspettative del proprio verde.    

 

  • piccoli bambù **
  • pleioblastus fortunei

  • pleioblastus pygmaeus

  • pleioblastus viridistriatus

  • sasa masamuneana “albostriata”

  • shibatea kumasasa

  • bambù media altezza **

  • chimonobambusa marmorea variegata

  • fargesie n.10 cultivars

  • hibanobambusa tranquillans “shiroshima”

  • sasa latifolia

  • sasa tsuboiana

  • sasa veitchii minor

  • bambù da 3/7mt. **

  • chimonobambusa quadrangularis

  • phyllostachys arcana luteosulcata

  • phyllostachys aurea

  • phyllostachys aureosulcata aureocaulis

  • phyllostachys aureosulcata spectabilis

  • phyllostachys bissetii

  • phyllostachys flexuosa

  • phyllostachys nigra

  • pleioblastus linearis

  • pleioblastus simonii

  • pseudosasa japonica

  • semiarundinaria yashadake kimmei

  • bambù giganti **

  • phyllostachys pubescens

  • phyllostachys viridis mitis

  • phyllostachys vivax aureocaulis

  • inoltre su richiesta possibilità di altre varietà.

Questa non vuol essere una spiegazione totale dei vantaggi che queste piante apportano con la loro coltivazione,ma aprire una serie di prospettive di utilità reciproca al loro uso.

Di una qualsiasi pianta guardiamo ai suoi vantaggi tipo fioritura,forma ,colore,frutto ecc.,mentre il bambù si è guadagnato un’immagine negativa per il suo carattere di infestante(crescita veloce di radici-chiamasi rizomi o stoloni).

Adesso vi elencherò degli usi tipo:

Come frangivento è ottimo,si piega ma non si spezza.

È un ottimo ricovero per volatili piccoli,mammiferi ed insetti vari(ecosistema).

Non è attaccabile da alcun parassita ne insetto ne fungo.

Ha un ripristino totale in caso di eventi dannosi,come incendi o carico eccessivo da neve nell’arco di una sola stagione.

Sopporta stress ambientali siccità,temperature fino a -20 senza problemi pur mantenendo la sua livrea (culmi) in buono stato.

Si usa in cucina,i giovani culmi si lessano e sono delicatissimi (ricordarsi sempre di cuocere il culmo così si eliminano le tossine presenti all’interno).

Ci sono foglie che essicate all’ombra danno un the eccezionale(si possono prelevare dalla sasa tsuboiana).

Per le costruzioni è molto usato nei luoghi di origine,qui da noi comincia a diffondersi l’uso di parquet lammellare in bambù caratterizzato da una usura quasi nulla, resistenza meccanica elevata, alta esteticità i pregi del legno e una lunga durata nel tempo.

Per le sue doti di elasticità robustezza e forma si possono costruire giochi per bambini,giochi d’acqua,recinzioni in stile ecc.

Qui voglio fare una breve parentesi e denunciare la stupidità umana e l’ingordigia del singolo perchè?

Semplice,nelle zone in italia ad alto dissesto idrogeologico per mantenere colline o montagne dalle piogge troppo dilavanti basterebbero piante di bambù col loro apparato radicale sarebbe impossibile che il terreno smottasse(per la scelta della varietà andiamo dai 10cm.,di altezza ai 25mt.,).

Altra cosa per la copertura delle discariche sarebbe l’ideale,poco costoso in grado di colonizzare tutta la discarica in un tempo congruo 4/5 anni facilità di pulizia .

È in assoluto la pianta che genera più ossigeno di tutte(prove svolte all’università di roma),pensiamo a chi ha una discarica alle porte di casa o nelle vicinanze.

In montagna nei tornanti o in curve o altre zone pericolose varietà tipo ph.,viridis mitis,ph.,iridescens,ph.,bambusoides,ecc.,all’uscita di strada di un qualsiasi veicolo farebbe da cuscinetto ed attuirebbe i danni almeno di un 70/90 %.

La cellulosa che si ricava è ottima ,ma si preferiscono altre essenze.

In zone ventose sfruttando le varie quinte verdi per altezza si possono ricreare delle oasi o microclimi utili per colonizzare zone inospitali o brulle.

La resa estetica è elevata con bassa manutenzione.